Dico grazie alla musica

La musica è un argomento così vasto che non mi basterebbe un blog intero per potervi raccontare tutto.
Un pò tutti noi abbiamo iniziato a appassionarci di un artista, di un genere musicale grazie al fratello più grande, ai genitori,amici e a poi farci una cultura che magari negli anni é diventata completamente diversa da quella di partenza.
Penso al momento Eminem che, nella metà anni 90, inizio duemila, ha fatto parte del nostro essere, del nostro modo di vestire. Il periodo discotecaro, in cui ci andava bene tutto anche se la musica non era un granché, la cosiddetta “pianta chiodi” in versione tradotta dal ligure, il che faceva capire la mia mancata predilezione verso quel genere.
Il primo amore ti fa diventare più sensibile a certi argomenti nelle canzoni, ti fa incazzare, inizi a non ascoltarle più quando tutto è finito.
La musica vive momenti della tua vita, ci si riconosce nei testi perchè in quel determinato periodo quel cantante sta raccontando una parte di te, che forse non vorresti neanche essere.
I viaggi in auto, anche da solo, a cantare a squarciagola, sfogarsi, uniti in un’unica voce corale che ci unisce, sentendosi osservati dal vicino di coda che ci guarda con sguardo divertito e anche un pò schifato.
Gli artisti italiani, i cantautori, quanto li devo ringraziare, l’unicitá di Fabrizio De André, lo sguardo critico/ironico del nostro Paese di Giorgio Gaber, la teatralitá di Massimo Ranieri, Guccini,Mina, le voci, e quanto mi ha fatto emozionare prof Vecchioni con “Chiamami ancora amore”, una canzone che persino lui ogni volta si commuoveva a cantarcela.
Sanremo, casa madre della musica italiana, ti fa capire, nonostante sia bistrattata, quanto sia importante per l’Italia. Negli ultimi anni ho notato che i giovani italiani stanno dando lustro alla kermesse canora, ogni anno esce un nuovo talento. Non sto parlando dei talent ma di quanto la passione che può nascere in uno scantinato riesce a farti arrivare a livelli straordinari.
Non volevo essere troppo nazionalista scusate, ma il mio inglese maccheronico non mi aiuta per niente, sono affezionato anche a band e artisti stranieri, penso ai Queen e Freddie Mercury la loro “Don’t Stop me now” di retwittiana memoria la porto nel cuore, ho iniziato da pischello ascoltando i Blink, quanto sono distanti ora dal mio credo, i Red Hot, i Green Day, infanzia difficile.
Ringrazio la radio, non sarò prolisso, la Mansarda ha giá dato, ma un pò di cultura musicale la devo anche a quel magico mondo, e non dite che passo solo Ligabue non é vero, datemi almeno l’anteprima dei nuovi singoli.
I concerti, arte suprema e massima del mondo della musica, uniscono, fanno capire storie, realtá, ti mettono a tu per tu con la gente, con l’artista. Rigorosamente prato, sia chiaro.
Si parte a tambureggiare, fare strani suoni con la bocca, canticchiare, rumoreggiare un pezzo di cui non ricordi le parole, bacchetti con una penna per creare il ritmo. Una volta doveva rimanerti tutto in testa per ricordare almeno la parola chiave, ora Shazammi, maledetta tecnologia.
Da sempre mi chiedono: “ma che genere musicale ti piace?”, “Un pò di tutto!”. Mi guardate strano, forse pensate “ma questo di musica non capisce nulla!”, é molto probabile, canto, quando non so le parole in inglese sbiascico cose senza senso allora rido, ballo un lento con la donna che amo, mi muovo a caso, molto sbilenco ma ci credo tantissimo.
Urlo. É un inno alla gioia.
La musica é vita.
É viva.

img_0526

Photo by band musicale “Zueno”. (seguiteli su Facebook: Zueno; su Instagram: Zueno.official)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: