Il Festival della risata contagiosa

Un risveglio che non è stato dei migliori quello di ieri, potete capire, post lavoro qualche bicchiere ce lo concediamo, si va avanti con l’inerzia di una settimana che ci rende tutti dei supereroi capaci di qualsiasi impossibile impresa. Mi sento così. Invincibile.

La mattina mi perdo nelle mie bravate a radio 105, scherzo con la compaesana Annalisa che scazzata non si concede alle foto con i bambini, poi Max Gazzè, ridiamo sulla mia giacca, ha capito tutto. L’unica foto che volevo fare, che artista.

In conferenza stampa, c’è chi si ispira a se stesso, cosa che non concepisco, tutti crediamo sicuramente che non esista nessuna migliore di noi, ma prendiamo spunto, a molti, a ognuno rubiamo qualcosa, consigli, stile.

Intervisto Miss Italia e sono preoccupato e realista, me l’avevano detto, fortuna che sono single, se fossero tutte così ci sarebbe da preoccuparsi.

Tappa al Morgana, solito trash con domande da presa per il culo per la coppia del momento Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser, già becco è scritto.

Poi il caos, le urla, una cinquantina di persone scatenate si riversano all’entrata del locale. Mamme e papà, giovani artisti si sono scagliati contro chi li ha truffati per una cena già pagata in anticipo dove i loro figli che hanno partecipato a un concorso musicale, si sarebbero esibiti all’interno. Rimangono fuori, i posti non ci sono, i soldi neanche. Arrivano dalla Campania, Puglia, Sicilia. Sono stati presi in giro e in quel momento ho capito che questo mestiere è veramente il migliore del mondo. Poter dar voce all’ingiustizia, ai sogni che svaniscono è il mio massimo principio per poter fare un perfetto servizio pubblico.

Situazione particolare, non nego di averla vissuta con un pó di tensione, momento particolare. Il pezzo esce, grande soddisfazione.

Per quel poco seguiamo il Festival, mi sembra più fluido, Baglioni scherza di continuo con Favino-Steve Jobs, Virginia Raffaele, James Taylor e Giorgia, un duetto da favola poi Gino Paoli. Vabbè. Benissimo la scenetta tra Michelle Hunziker e le attrici femministe, un pó ci abbiamo creduto dai. Bella trovata.

Si esibiscono gli altri 4 giovani, Mudimbi sugli scudi e le radio ringraziano.

È l’ora della diretta notturna solite impressioni, la domanda clou è il ritorno di Meta e Moro, non hanno perso consensi, chissà che un pezzo che era stato escluso a suo tempo non si porti a casa il Festival.

Birrette, imbucate, corse con la polizia, balletti su sedie giganti e leggii maestosi. La notte è giovane.

Le risate dietro le tende sono la copertina di quest’anno.

Per un festival dalla risata contagiosa.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: