Correndo via da una girandola di pensieri

Quando vai a correre con la musica nelle orecchie ti immergi in un mondo tutto tuo che ti trascina in una girandola di pensieri incredibili.

Mi capitava sempre quando andavo a nuotare in piscina, in quell’oretta dove delle volte dovevo fermarmi e uscire dall’acqua per segnarmi al volo qualche pensiero o idee per articoli. Da un anno in piscina non si può andare e allora mi tocca andare nel parco e fare uno sport che non ho mai amato che però sto cercando di apprezzare solo per quella mezz’ora, tre quarti d’ora, 3 o 4 volte a settimane.

Ne ho bisogno perché parlare e pensare tutto il giorno alla pandemia e al giornale non mi fa bene, anzi. Due settimane fa, sono sincero, sono andato in tilt, per la prima volta in maniera così pesante, da quando è iniziata questo casino.

La mia ipocondria è ormai nota e cerco di conviverci senza esagerare anche se è veramente difficile. In quel caso, vuoi la notizia del blocco del vaccino di Astrazeneca, vuoi le continue restrizioni (non mi pesano di per sé) e i numeri che continuano a peggiorare, sono andato ko e per fortuna che ho Luana al mio fianco.

Mi scrolla, mi abbraccia, mi fa ridere, mi sgrida. Perché ho sempre pensato di essere una persona fragile ma mai così, in questo modo e sono sincero che da solo a gestire questa situazione non ce l’avrei fatta. La preoccupazione per i miei è pressoché giornaliera, soprattutto con quello che si sente tutti i giorni.

La paura di contagiarmi c’è, non voglio dire una falsità, ma prima di tutto il pensiero è di non saperlo e quindi incontrare le persone a cui voglio bene e fargli così del male. Questo mi cruccia da matti.

È passato un anno e la situazione non cambia, non si vede la fine. Come si fa ad essere ottimisti?

Forse prendendosi momenti per sé, sempre in sicurezza, vedi il passaggio della Milano-Sanremo di sabato, dove a Bergeggi mi sono goduto il ritorno del passaggio sotto casa. Oppure correndo da questo momento, con un po’ di bella musica nelle orecchie (anche i pezzi scarsi dell’ultimo Sanremo mi sono sembrati belli), la giornata forse scorre via un po’ meglio. Anche se la strada è ancora troppo in salita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: