BuonGiro. Dopo il bis soporifero, la corsa rosa sale sui pedali

E meno male che almeno lo sprint è stato da batticuore. Solo il fotofinish ha potuto stabilire chi si è aggiudicato la sesta frazione con Demare che fa il bis contro un Ewan mai domo.

Dico meno male perché anche ieri, è stata una corsa molto stile Formula Uno. Una noia assurda. Perché per quanto sia stato tenace Diego Rosa, dopo un po’ di km vedere solo e soltanto lui ci ha fatto abbioccare come non mai.

Ma è sempre stato così, le “piattone” sono quella roba lì, non lamentiamoci.

Come detto, bene il francese della FDJ e l’australiano della Lotto, l’eritreo Girmay deve ancora mangiare qualche panetto in volata e Cavendish nonostante il trenone ha sbagliato leggermente la tattica. Gli italiani non vincono ma fa ben sperare il fatto che nella top ten siano presenti in 4, con Consonni ben piantato su quei settimi-ottavi posti (con il solo Cimolai a traghettarlo viene dura fare meglio).

Male Gaviria che a sto giro non può recriminare. Ha fatto una roba da codice penale e forse dovrebbe abbassare la testa ed essere più umile. Così tappe non se ne vincono più. Testa bassa e pedalare.

Dopo i sonnellini degli ultimi due giorni, si ritorna sull’attenti. Tra Calabria e Basilicata, Diamante-Potenza, la corsa Rosa potrà nuovamente squillare forte e chiaro. I posti sono di una meraviglia incredibile e le salite danno il la ad una battaglia tra i big.

Si attraversa l’Appennino lucano con l’avvio lungo il mare che rappresenta l’unica parte pianeggiante. Dopo Maratea la sequenza di asperità, più o meno impegnative, non si placa. Si scala il Passo della Colla che porta a Lauria dove si affronta il Monte Sirino. Lungo raccordo con Viggiano dove si scala la breve e impegnativa Montagna Grande di Viggiano. L’ultima salita prima di raggiungere Potenza è quella di Sellata.

Gli ultimi chilometri sono interamente in città e si sale dentro il centro anche con pendenze elevate per ridiscendere lungo viali ampi e ben pavimentati. A 2 km dall’arrivo una breve galleria porta ai viali che conducono all’arrivo e gli ultimi 350 metri sono all’8% con una punta massima del 13%.

Pronostici? Oggi potrei starmene così, difficilissimo dire chi la spunterà. Potrebbe spuntarla qualche “deluso” dall’Etna, la Jumbo su tutti. Staremo a vedere.

Il Giro sale sui pedali. Non staccate gli occhi dalla tv.

BuonGiro

Foto: Lapresse

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: