Hakimi, Lukaku e come post Triplete il castello che si sgretola

Come il 2010. O meglio, 11 anni fa nessun big era stato venduto, a parte Balotelli, ma il progetto che poteva partire dopo aver vinto tutto era naufragato. Così come sta avvenendo a tre mesi dalla vittoria dello scudetto arrivato proprio a distanza da quell'exploit incredibile. Antonio Conte come Josè Mourinho è scappato via. Aveva... Continue Reading →

Timore del ridimensionamento: la pazza Inter non se n’è mai andata

In tre giorni si è passati dall'euforia alla delusione e lo sconforto più totale. Se sei tifoso dell'Inter sai che questa spada di Damocle prima o poi ti finisce nella schiena e quando è stato vinto matematicamente lo scudetto sapevo già che qualcosa prima o poi sarebbe andato storto. Ci sono voluti 20 giorni ma... Continue Reading →

Conte, gli stipendi e il rischio bocca asciutta

Il dito medio di Conte, l'insulto di Agnelli e la lite Oriali/Paratici hanno spostato l'attenzione su un aspetto decisamente da non sottovalutare in casa neroazzurra. L'Inter è fuori dalle due principali coppe e in malo modo. Detto tempo fa dell'eliminazione dalla Champions, buttata via con degli errori dei singoli, vedi l'errore di Vidal contro il... Continue Reading →

Vietato nascondersi dietro ad un dito

A ridaje. Verrebbe da dire. Citando anche un’espressione che sicuramente sarebbe stata molto cara al compianto Gigi Proietti (me ne approprio anche se tifava Roma). Ieri l’Inter ha vinto 3-0 a Sassuolo. Vuoi per due regali del centrale difensivo, vuoi per un centrocampo messo meglio rispetto al solito. Comunque una vittoria, importante per la classifica... Continue Reading →

Abbiamo fatto (fuori) il Conte senza l’oste

Probabilmente noi interisti avevamo già nella mente la nuova Inter di Allegri con il 4-3-1-2, Eriksen al centro, un gioco che non ci avrebbe convinto, vittorie per 1-0 ma possibilità importanti di portarsi a casa lo scudetto.Però questa è un'altra storia. Partiamo dal principio.La sconfitta di coppa brucia ancora tantissimo soprattutto per come è andata... Continue Reading →

Il VisConte dimezzato che non vuole più l’Inter

Prima dello stop forzato per l'emergenza Coronavirus Antonio Conte si arrovellava il cervello su dove un giocatore come Eriksen, pagato 25 milioni, potesse incastrarsi nei suoi meccanismi tattici. E le prime uscite non erano di certo confortanti, ma si sa la Premier non è la Serie A, calcio diverso, meno spazi, difficile per un giocatore... Continue Reading →

Tutto questo non è un gioco

Porte aperte, chiuse poi rinvii. Una settimana dopo, a fine campionato. Forse ad agosto nel caso della Coppa Italia. Partendo dal presupposto che parlare ed essere "preoccupati" per il proseguo del campionato di calcio di Serie A in questo momento di emergenza, è veramente da pazzi, facciamo qualche considerazione. La settimana scorsa il big match... Continue Reading →

L’importanza di chiamarsi Conte

Nell'ultimo anno e mezzo il cognome più gettonato e sulla bocca di tutti gli italiani ha monopolizzato l’attenzione.  Giuseppe ha “battuto” Antonio tra le ricerche su google mettendosi a rischio l’inaspettata popolarità solo nel mese di giugno. A febbraio del 2018 l’avvocato Giuseppe Conte è stato scelto dal leader del Movimento 5 Stelle Luigi Di... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: