Salvini in Polonia. Sarebbero bastate delle scuse

Sarebbe bastato un “scusate ho sbagliato, è una foto del quale mi vergogno”.

Questo forse, magari detto dall’Italia, senza fare passaggi di solidarietà al confine Polonia-Ucraina, gli avrebbero evitato una brutta figura a livello mondiale.

Sì, sto parlando di Matteo Salvini che ieri nel comune polacco di Przemysl, gestito da un sindaco di un partito di destra, è stato accolto dallo stesso primo cittadino che gli ha sbattuto in faccia una maglia con l’immagine del presidente russo, la stessa che il leader del Carroccio aveva indossato a Mosca qualche anno fa con un post di attacco nei confronti di un Mattarella poi scelto dopo una querelle senza precedenti nel voto per la Presidenza della Repubblica.

Poi le spiegazioni, quasi balbettate e la ritirata. Gli attacchi di un gruppo di italiani all’insegna del “pagliaccio e buffone”, il ritorno per dare spiegazioni e nuovamente via con la coda tra le gambe.

E’ un’immagine che potevamo risparmiarci? Sì, perché al di là del personaggio politico che quasi sicuramente in queste ore sta ricevendo critiche persino dai suoi, non c’è bisogno di dover andare là a sbandierare la nostra vicinanza al popolo ucraino. Lo stiamo facendo da qua con una catena della solidarietà senza precedenti.

Qualcuno dice che stiamo mantenendo un profilo basso su questa terribile guerra. Ma cosa dobbiamo fare? Aiutare, accogliere, salvare, ridare vita.

E lo stiamo facendo nel migliore modo possibile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: